Accaduto


BOOKS & OTHERS PRIZE 2022
Fondazione ICA Milano
16-18 settembre 2022

26 editori italiani specializzati nel settore contemporaneo invitati alla manifestazione e presentati in un display espositivo. Selezionati: Porta Portese a cura di Gaia Bobò, OBSESSION di Attilio Solzi, nel buio più acceso di Klim Kutsevskyy.
+ info


VACUNALIA: Il tempo scortese
Vacone (RI)
Opening: 3 settembre 2022
Catalogo disegnato da DITO Studio in occasione della rassegna Vacunalia, a cura di Niccolò Giacomazzi e Benedetta Monti e con i lavori di Verdiana Bove, Martina Cioffi, Valerio D’Angelo, Roberto Maria Lino, Pietro Moretti e Yuxiang Wang.


Study for the female body e l’idea di immergersi nella nebbia
AVIDI LUMI, Roma
26 giugno 2022
Nell’ambito di “Rassegna”, parte dei laboratori di Lumina, abbiamo presentato Study for the female body di Luca Baioni, con l’autore e con la moderazione di Ivan Liuzzo.


Laboratorio Pensare in carta
PALAZZO Studio, Roma
25 giugno 2022
Una giornata intensiva di confronto e sperimentazione con Martha Micali e Klim Kutsevskyy, fondatori della casa editrice, ospiti nel contesto di PALAZZO Studio, Creative Space. Il laboratorio è stato suddiviso in 3 fasi con l’obiettivo di fornire alcuni strumenti teorici sull’ecosistema del libro fotografico e altri pratici sullo sviluppo dei progetti editoriali di ambito visivo. Ospite del laboratorio è stato Luca Baioni per raccontare dal punto di vista dell’autore alcune fasi di realizzazione di un libro fotografico.
Hanno partecipato: Daria Baglieri, Olivia Brighi, Dario D’Alessio, Arianna De Angelis, Lorena Florio, Cinzia Laliscia, Luca Santini, Laura Zilli.


Valdescura è lontana un’ora dal mare
Athens Photo Festival, Atene
13 giugno-24 luglio 2022
Valdescura è lontana un’ora dal mare di Veronica Milli è stato selezionato per la Photobook Exhibition di Athens Photo Festival 2022.
+ info


SLOW LOVE VOL II
EXGARAGE, Roma
14 maggio 2022
In occasione del finissage di SLOW LOVE VOL II, abbiamo presentato il poster SLOW LOVE in tiratura limitata di 100 esemplari, curando inoltre la serata con la prima della performance “ESTATE 2005” di progetto FATUO (Giulia Felici e Alessandra Di Cicco) e il live A/V di Daniele Giuffrida.
Slow Love è una rassegna di arti visive ideata da Teppa Elle, Giulia Barone, Davide Martella e Jacopo Truffa.
La seconda edizione della rassegna ha visto in mostra gli artisti: Teppa Elle, Giulia Barone, Davide Martella, Jacopo Truffa, Fringuo, Gianmarco Savioli e Luca Valentino.


Study for the female body
MUTA Studi e Libreria Marini, Roma
24 aprile e 28 aprile 2022
Abbiamo fatto una festa da MUTA per l’uscita del libro Study for the female body di Luca Baioni con live performance di Exihibition Poland and the Helmut orchestra. Alla Libreria Marini abbiamo presentato il libro con l’autore e il book designer Andrea Cecconi per un dialogo aperto con il pubblico e un book signing.


Valdescura è lontana un’ora dal mare
COSMO, Roma
4 marzo 2022
Ospiti nel contesto di COSMO Trastevere, abbiamo proposto una video installazione e la presentazione del libro Valdescura è lontana un’ora dal mare di Veronica Milli, alla presenza dell’autrice.


Ballad of the End di Greg Jager
in collaborazione con Jordi Pallares
Ombrelloni Art Space, Project Room e Galleria d’Arte Moderna – GAM
19 febbraio e 20 febbraio 2022
Ballad of the end è un progetto dell’artista Greg Jager in collaborazione con il curatore Jordi Pallarès. Utilizzando il mattone di tufo come dispositivo di innesco per produrre azioni di costruzione e decostruzione, riflette sulla costituzione del mondo, il suo peso e sulla sua fine, come eventi collettivi e trainanti di un principio di compartecipazione.
All’interno della Project Room di Ombrelloni Art Space il progetto ha interpellato pubblico, artista e curatore in una riflessione sugli spazi futuri che scaturiscono dalla nostra azione nel presente. I blocchi di tufo recuperati dall’artista negli angoli dismessi del suo studio, con cui ha realizzato l’opera omonima alla GAM, sono stati attraversati, spostati, misurati, in un movimento partecipato di de-costruzione dello spazio in relazione al corpo e ai corpi. Abbiamo presentato inoltre il libro d’artista in 150 copie + 15 con intervento originale dell’Artista, realizzata in collaborazione con i performer Alessandra Di Cicco e Marco Aurelio Di Giorgio e con fotografie originali di Martha Micali e Klim Kutsevskyy.
Durante la seconda tappa, alla Galleria d’Arte Moderna – GAM i dati ricavati dalla performance del 19 sono stati utilizzati per attivare e modificare l’opera esposta nella mostra Materia Nova.

“Ballad of the End è un’opera costantemente incompiuta, dotata di vita e infinite possibilità. Risuona ogni volta che si attiva lo scenius e quando questo non accade si rifugia in un tempo sospeso in attesa dell’imprevedibile. È il risultato di ricerche, dialoghi e decisioni collettive che hanno preso forma tra il 19 e il 20 febbraio 2022, quasi due mesi dopo il rincontro di Jordi e Greg a Roma.” Jordi Pallares

“Che suono fa il nostro costruire e il nostro distruggere?
Uno degli esiti della performance ha riguardato la creazione di suoni, di trascinamento, di percussione della pietra, di cadute, ed anche la formazione di polveri e macerie, che, attraversate dai partecipanti, scricchiolavano. Il progetto già fortemente connotato nelle sue componenti materiali di pietra e di carta arriva a coinvolgere così anche il senso dell’udito oltre che del tatto. Lo spazio si connota in modo multisensoriale. La compresenza degli individui, il loro corpo in movimento, i suoni da loro stessi creati.
La pietra stabilisce l’occasione attraverso cui presentare il proprio peso specifico nello spazio, ed anche matrice in grado di espandersi in direzioni diverse. Diventa così, oltre che suono, opera in carta, realizzata dall’Artista registrando i segni rimasti sulla pietra ed altri da lui stesso incisi attraverso la punta di un chiodo. Le 15 opere realizzate attraverso il calco e il frottage sulla pietra danno vita all’edizione speciale del libro, integrandolo e completandolo. La pietra incisa da un chiodo, la pietra che sbatte contro la pietra e la possibilità di trasportare su materiale flessibile, fibroso, su carta, l’esperienza granitica del masso.
Questa l’intuizione dell’Artista: una ballata della fine, su più atti, inafferrabile attraverso un atto unico. Opera di pietra, di carta, di corpi e di suono e del loro combinarsi.” dal testo di Martha Micali


CASA DITO
Studio DITO Publishing, Roma
19 dicembre 2021
Abbiamo aperto le porte della casa/studio di DITO per una giornata di confronto e dialogo con gli intervenuti e allestendo nelle diverse stanze della casa piccole installazioni con estratti dai progetti Valdescura è lontana un’ora dal mare di Veronica Milli, OBSESSION di Attilio Solzi, nel buio più acceso di Klim Kutsevskyy, HABROMANIA di Alberto Toti e Abisso di Alessio Pellicoro.


Porta Portese a cura di Gaia Bobò
SPAZIOMENSA, Roma
27 novembre – 18 dicembre 2021
Abbiamo disegnato e pubblicato il leaflet di Porta Portese, esposizione collettiva curata da Gaia Bobò.

“Partendo dalla suggestione del mercato romano, intesa come manifestazione in cui le identità locali si fanno veicolo di impulsi antropologici universali, la mostra Porta Portese si propone di indagare il dispositivo del mercato in quanto spazio culturale effimero, piattaforma di circolazione di oggetti e persone, ciclicamente performata dagli individui e dalle maschere che lo attraversano. Focus di questo progetto espositivo sono le dinamiche di trasmissione della cultura immateriale, o patrimonio vivente, lette in termini di mobilità e delocalizzazione, così come i processi migratori delle immagini e delle culture materiali che si trovano a convivere in un unico spazio, assieme singolo e molteplice. La natura proteiforme del mercato, pratica sociale arcaica comune alle diverse latitudini del mondo, è inoltre indagata nella possibilità della sua sopravvivenza in direzione ostinata e contraria rispetto allo sviluppo delle economie globali e alle nuove dinamiche di compravendita al tempo delle innovazioni tecnologiche.
Nel groviglio di memorie collettive e individuali che si intesse nella co-partecipazione all’esperienza del mercato, fondamentale è la dimensione del ricordo, del riconoscimento, in cui l’azione dello sguardo si muove tra coni d’ombra e parentesi luminose. In un fortuito allineamento, gli oggetti abitano una condizione di metafisica sospensione, attendendo il determinarsi di un destino di dispersione o sopravvivenza. Le cose tentano la via della redenzione gridando sé stesse alla folla disorganicamente errante, invocando alchimie e affinità elettive che confluiscono nel momento adrenalinico della trattativa, dell’eccitazione del possesso. Come epifanie di un inconscio collettivo, queste emergono da un fluire sotterraneo, dai moti carsici di una città che vive, muore, salva, distrugge.” dal testo di Gaia Bobò

Artisti: Tomaso Binga, Lucia Cristiani, Auriea Harvey, Jonas Lund, Giulia Mangoni, Meletios Meletiou, Diego Miguel Mirabella, Jacopo Rinaldi, Agnese Spolverini, The Cool Couple, Elo Vega, Alessandro Vizzini, Benyamin Zolfaghari, Alessia Armeni, Georges de Canino, Quentin Lefranc, Lucia Marcucci, Lamberto Pignotti, Sergio Sarra in collaborazione con Emilio Prini

Gli Impresari, con i contributi di Giuseppe Abate, Paola Angelini, Nico Angiuli, Franco Ariaudo, Saverio Bonato, Thomas Braida, Paolo Buggiani, Helen Cammock, Lia Cecchin, Manuele Cerutti, Leone Contini, Teresa Cos, Gruppo Etcetera, Cleo Fariselli, Roberto Fassone, Matteo Fato, Anna Franceschini, Valentina Furian, Martino Genchi, Marco Gobbi, Daniele Alef Grillo, Andrea Grotto, Federico Lupo, Francesco Maluta, Elena Mazzi, Cristiano Menchini, Alessandra Messali, Ryts Monet, Ignazio Mortellaro, Antoni Muntadas, Valerio Nicolai, Cesare Pietroiusti, Thomas Nadal Poletto, Luigi Presicce, Maria Domenica Rapicavoli, Nuvola Ravera, Mariateresa Sartori, Davide Sebastian, Mirko Smerdel, Giulio Squillacciotti, Serena Vestrucci, Luca Vitone, Špela Volcic

In collaborazione con Litografia Bulla, Collezione Giuseppe Garrera, Studio Bibliografico Marini


Vocis Imago
INTERZONE, Roma
28 ottobre 2021
Abbiamo presentato il libro Vocis Imago di Gaetano de Crecchio, con Dario Coletti, in occasione della mostra IIMPERMANENZA, a cura di Michele Corleone.


VISUAL ART
ISFCI – Istituto Superiore di Fotografia, Roma
18 ottobre 2021
Siamo stati ospiti dell’ISFCI per un incontro sulla figura dell’editore di libri fotografici, all’interno del ciclo “Visual Art”: 8 appuntamenti con artisti, autori, photo editor e professionisti del mondo della fotografia.
Inoltre i libri pubblicati da DITO Publishing sono stati esposti presso il book-corner dell’ISFCI fino a gennaio 2022. Ha partecipato all’incontro anche La legatoria Roma, per raccontare il rapporto tra l’editore e le diverse figure tecniche che intervengono nella realizzazioni dei libri.


Abisso e Valdescura è lontana un’ora dal mare
PhMuseum Days, Bologna
26 settembre 2021
In occasione della prima edizione di PhMuseum Days, abbiamo presentato i libri Abisso di Alessio Pellicoro e Valdescura è lontana un’ora dal mare di Veronica Milli, alla presenza degli autori.
+ info


HABROMANIA di Alberto Toti
OFF1CINA, Roma
10 settembre – 19 settembre 2021
Abbiamo disegnato e distribuito il poster in edizione limitata di 100 copie di HABROMANIA in occasione della mostra omonima, a cura di Martha Micali, all’interno del format OFF1C1NA EXTENDED.

“Nelle fotografie di Alberto Toti si incontra un campo disgregato, la sua estensione è al di là dell’epidermide, eppure si fonde nervosamente con lei, creando una parentesi ingestibile all’interno della nostra attività percettiva. Non sappiamo cosa guardiamo e non importa, le immagini ci arrivano in modo idiosincratico, inquadrandosi nell’ambito della fotografia astratta, il falso è autentico e viceversa, l’avvicinamento è totale. La sospensione, che l’artista attua nella pratica del camminamento, trasforma le apparenze in sostanze: muri, superfici, materiali diversi sono le tappe di una avanscoperta disinteressata verso le cose. Un camminare come momento di estrema disponibilità, incontrando le cose e viceversa al di fuori di un tempo narrativo, pre-verbale. Le cose si offrono, qualcosa avviene, e modificano il campo davanti a noi, costituendo un almanacco di abbagli e offerte della natura e della strada.” dal testo di Martha Micali


CHARTA a photobook festival – Letture Portfolio
CHARTA, Roma
17-18 luglio 2021
Abbiamo tenuto delle letture portfolio insieme ad Adele Marini della Libreria Marini, in occasione della prima edizione di CHARTA.


LOSING CONTROL
Fondazione Pastificio Cerere, Roma
6 maggio-30 luglio 2021
Il 23 giugno 2021, nel cortile della Fondazione Pastificio Cerere abbiamo presentato il catalogo della mostra LOSING CONTROL di Giulio Bensasson, disegnato e pubblicato da DITO Publishing.

Per la sua prima personale Giulio Bensasson ha progettato due installazioni site specific negli spazi del silos e del sotterraneo del mulino, entrambi ricavati dal recupero dell’antico Pastificio Cerere. La mostra, a cura di Francesca Ceccherini, è stata realizzata grazie al contributo del programma regionale Lazio Contemporaneo.
LOSING CONTROL è l’esito di una ricerca avviata dall’artista nel 2019, dedicata al tema della perdita del controllo e dei fenomeni che questa origina.

Ha introdotto l’incontro Marcello Smarrelli, direttore artistico della Fondazione Pastificio Cerere.
Hanno partecipato Giulio Bensasson, Marinella Paderni, storica dell’arte e docente di fenomenologia e storia dell’arte contemporanea, Alfredo Pirri, artista, Stefano Velotti, filosofo e docente di Estetica presso La Sapienza – Università di Roma, Martha Micali e Klim Kustevskyy, fondatori della casa editrice.
Ha moderato Francesca Ceccherini.
Il pomeriggio si è concluso con la performance musicale Horò di Filippo Lilli e Mattia Abballe.


MAGNETE #2 
SPAZIOMENSA, Roma
8-15 maggio 2021
MAGNETE è il format di SPAZIOMENSA curato da Gaia Bobò e dedicato all’editoria, con cui l’artist-run space ha aperto i suoi spazi a editori emergenti, gruppi di ricerca, magazine e pubblicazioni periodiche.
Magnete #2 è stato dedicato a DITO Publishing. La mostra presso SPAZIOMENSA ha restituito l’immaginario della casa editrice attraverso un’eterogeneità di linguaggi, riunendo i lavori di Giulio Bensasson, Gaetano De Crecchio, Klim Kutsevskyy, Martha Micali e Alessio Pellicoro.


DITOLK
5 maggio, 22 aprile, 14 aprile 2021
DITOLK è una serie di tre LIVE IG, che ha visto alcuni degli autori pubblicati dalla casa editrice in dialogo con alcuni ospiti: #1 Francesca Matteoni ha dialogato con Andrea Cafarella, #2 Maria Teresa Salvati con Alessio Pellicoro e #3 Gaia Bobò con Martha Micali